Gli italiani usano sempre di più i social media e il mondo dei salumi italiani si adatta. Nascono delle vere e proprie piattaforme social, ovvero degli spazi virtuali dove gli utenti, oltre ad entrare in contatto tra di loro, possono fruire senza filtri delle informazioni messe a loro disposizione. Possono conoscere le attività di un Consorzio, i dettagli sul prodotto che tutela, la sua storia, la tradizione che lo ha portato fino a noi e l’impegno quotidiano dei produttori; sono in grado, inoltre, di interagire direttamente con la fonte, commentando quando condiviso da essa.

Però, a differenza di pagine e profili creati per scopi commerciali e gestiti dalle aziende, le rappresentanze istituzionali del mondo dei salumi, hanno dovuto strutturare la propria presenza sul web in modo da poter raccontare il prodotto con uno stile del tutto nuovo, creando community virtuali interessanti per chi spesso scopre di sapere ancora troppo poco di questi prodotti.

Per leggere la notizia integrale, CLICCA QUI